3 dicembre 2009

I segni delle anime del purgatorio

Parlando di curiosità e di leggende, avrete forse notato che in questo blog non rimangono "astratte", ma anzi hanno un legame diretto con la realtà, perchè hanno lasciato un qualche segno, una traccia nel presente.
Con questa impostazione, potrebbe sembrar difficile parlare dei "fantasmi di Roma"...ma non è così, e questo dà la misura di quanto sia veramente incredibile e straordinaria questa città. Eccoci allora pronti a partire verso una delle testimonianze romane del sovrannaturale.

L'interno della chiesa del Sacro Cuore del Suffragio
L'interno della chiesa del Sacro Cuore del Suffragio
Oggi ci troviamo a Lungotevere Prati n.18, di fronte ad una chiesa non poi così grande, ma estremamente appariscente: la chiesa del Sacro Cuore del Suffragio. Sebbene sia stata completata all'inizio del 1900, essa è costruita all'esterno, ma ancor di più all'interno, in pura imitazione delle più classiche cattedrali gotiche, per cui una volta entrati è facile rimanere impressionati dall'atmosfera suggestiva e medioevale che si respira nel silenzio e nella penombra delle navate (vedi foto).
Ma questa chiesa ha una sua particolarità molto più eccentrica: contiene al proprio interno un piccolo e incredibile museo, unico al mondo nel suo genere...ma facciamo un piccolo passo indietro nel tempo.

Siamo alla fine del 1800, la chiesa attuale non è ancora ultimata, ed esisteva, qui, nei pressi della casa dei religiosi, una cappella dedicata alla Vergine del Rosario. Il 15 Novembre 1897 un piccolo incendio divampò nella cappella, e quando fu spento, i sacerdoti e i fedeli notarono una sconcertante "stranezza": la misteriosa figura di una testa di uomo era apparsa impressa su una delle pareti!
La teca del museo delle anime del purgatorio
La teca del museo delle anime del purgatorio
I chierici conclusero che l'immagine doveva essere quella di un'anima del purgatorio che, attraverso le fiamme, era riuscita a manifestare il proprio passaggio. Uno dei sacerdoti, padre Victor Jouet, probabilmente impressionato e incuriosito dal fenomeno, volle cominciare una sorta di collezione "sui generis": trovare quanti più "segni" possibili lasciati in questo mondo dalle anime dei trapassati.

Il segno di una mano infuocata lasciata su una tavoletta di legno
Il segno di una mano infuocata lasciata su una tavoletta di legno
Beh...non sono poi moltissimi i reperti che  padre Victor raccolse nell'arco della sua vita, girando per l'Europa: infatti questo incredibile "museo" è praticamente tutto racchiuso su un'unica bacheca (vedi foto sopra a sinistra). Ma sicuramente i reperti mostrati sono davvero impressionanti, e vederli è facilissimo, basta semplicemente entrare in chiesa e chiedere ai custodi. Esiste anche un foglio, in varie lingue, che racconta la strabiliante storia di ciascuno di questi oggetti....resoconti da pelle d'oca! Oltre la foto dell'altare incendiato con la misteriosa testa sulla parete, troviamo l'impronta delle mani infuocate delle anime dei defunti su oggetti, come vestiti e libri (vedi foto a destra). Si dice siano tutte anime provenienti dal purgatorio (da cui il nome della chiesa).
Le richieste delle anime del purgatorio sono sempre le medesime: preghiere e messe per alleviare o abbreviare le loro immani pene.

Sarà che sono suggestionabile... ma una piccola offerta (non richiesta) alla chiesa io l'ho fatta, foss'anche per scaramanzia! Il tutto prima di uscire e ritornare all'aria aperta...di corsa, prima che faccia buio!

La chiesa del Sacro Cuore del Suffragio è qui.

Nessun commento :

Posta un commento